ALIUNDE PERCEPTUM, RILEVABILE ANCHE D'UFFICIO

"La rilevazione del c.d. aliunde perceptum o percipiendum - cioè della rioccupazione del lavoratore licenziato, al fine di limitare il danno da risarcire a seguito di un licenziamento illegittimo soggetto a tutela reale (ai sensi dell'articolo 18 della legge 20 maggio 1970, n. 300, cit.) - non forma oggetto di eccezione riservata alla parte interessata a proporla (quale, appunto, il datore di lavoro), in quanto dedotta in giudizio per effetto della domanda dell'attore (quale, appunto, il lavoratore licenziato), ma è consentita, anche d'ufficio, se le relative circostanze di fatto rilevanti risultano ritualmente acquisite al processo ad iniziativa di una qualsiasi delle parti ... [e] il giudice ne deve tenere conto - anche d'ufficio - ai fini della quantificazione del danno provocato dal licenziamento illegittimo" (estratto testuale dalla motivazione)