Appalti - Abrogata solidarietà fiscale

Eliminata la solidarietà relativamente al versamento delle ritenute fiscali negli appalti. Il decreto sulle semplificazioni fiscali, adottato in via definitiva dal Governo il 31/10/2014 ed attualmente in corso di pubblicazione sulla G.U., smantella una farraginosa procedura burocratica. Per l'efficacia della soppressione occorre però attendere la pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale e quindi l'entrata in vigore del provvedimento.
Il regime di solidarietà fiscale in materia di appalti interessato dalla semplificazione, è quello contenuto all'articolo 35 del decreto-legge 4 luglio 2006, n. 223, convertito, con modificazioni, dalla legge 4 agosto 2006, n. 248, regolava finora la solidarietà ai commi 28, 28 bis e 28 ter.
Fino al 21 giugno 2013, la solidarietà riguardava anche l'imposta sul valore aggiunto. Da quella data, per effetto dell'entrata in vigore del D.L. n. 69/2013, l'obbligo è stato soppresso e dunque il regime di solidarietà fiscale in materia di appalti è rimasto circoscritto alle ritenute fiscali. Ora è stato eliminato del tutto.
In materia di appalti, rimane comunque pienamente applicabile il regime di solidarietà retributiva e contributiva (escluse le sanzioni civili) previsto dall'articolo 29 del D. Lgs. n. 276/2003.