Avviso di addebito: stesse regole formali della cartella esattoriale

Interessante sentenza del Tribunale di Milano che sancisce due principi: l'uno in tema di avvisi di addebito, estendendo a essi le medesime regole, anche formali, fissate della legge per le cartelle esattoriali; l'altro in tema di rapporto di lavoro (autonomo), che il giudice ha ritenuto escluso, nel caso de quo, per la gratuità della prestazione resa affectionis causa e non retributionis causa, sebbene in modo coordinato e continuativo. Nel caso di specie l'INPS aveva preteso i contributi alla gestione commercianti quale coadiutore familiare (domanda rigettata con condanna alle spese). I medesimi principi sarebbero ovviamente applicabili anche a qualsiasi altro tipo di rapporto di lavoro autonomo o subordinato.