Circolare INPS sul regime sanzionatorio in caso di errata qualificazione del rapporto di lavoro

Riteniamo di dover segnalare una non recente ma interessante circolare INPS che interviene sul tema del regime sanzionatorio applicabile quando si accerti che un rapporto giuridico, formalmente inquadrato come co.co.pro. o come associazione in partecipazione, abbia in realtà natura di lavoro subordinato. È importante segnalarla perchè spesso gli ispettori "dimenticano" la sua esistenza.
Con essa l'Istituto, distaccandosi, ragionevolmente, dall’indirizzo inaugurato con la circolare n. 110 del 23.5.2001 (con la quale l’Ente previdenziale aveva disposto che nella fattispecie di cui innanzi, si configurava un’evasione contributiva come tale punita dall’art. 116 co. 8 lett. b] della L. 388/2000), riconosce che tale fattispecie implica una mera ipotesi di omissione e quindi l'applicazione delle più tenui sanzioni previste dall’art. 116 co. 8 lett. a) della L. 388/2000. La circolare INPS n. 74/2003