False dichiarazioni e truffa ai danni dell'INPS

Con sentenza n. 31493 del 2 agosto 2012, la Cassazione penale ha affermato che commette reato di truffa aggravata, e non violazione amministrativa, colui che, mediante false dichiarazioni, ottenga l'erogazione di prestazioni previdenziali non dovute. (Fonte: DPL Modena). La sentenza de quo assume una peculiare rilevanza in riferimento ai lavoratori agricoli che percepiscono l'indennità di disoccupazione e poi, per quelle medesime giornate, chiedono l'accertamento del lavoro nero e delle differenze retributive.