Il licenziamento del dirigente per riassetto organizzativo non è sindacabile dal Giudice

Il licenziamento per motivo oggettivo determinato da ragioni inerenti all'attività produttiva è scelta riservata all'imprenditore, quale responsabile della corretta gestione dell'azienda anche dal punto di vista economico ed organizzativo, sicché essa, quando sia effettiva e non simulata o pretestuosa, non è sindacabile dal giudice quanto ai profili della sua congruità ed opportunità.
(Cassazione civile Sentenza, Sez. Lav., 29/05/2015, n. 11204)