Licenziamento del dipendente che abusa di internet

Il datore di lavoro deve "dimostrare l’illiceità del comportamento del dipendente, in rapporto al corretto uso degli strumenti affidati sul luogo di lavoro, limitandosi a provare in altro modo l’esistenza di accessi indebiti alla rete e i relativi tempi di collegamento …. le informazioni di natura sensibile possono essere trattate dal datore di lavoro senza il consenso quando il trattamento necessario per far valere o difendere un diritto in sede giudiziaria sia indispensabile"

In altre parole il datore di lavoro deve limitarsi a dimostrare che il lavoratore ha abusato del computer compiendo degli accessi indebiti senza indagare su quali siti questi abbia visitato, sal che ciò sia assolutamente indispensabile ai fini della prova dell'inadempimento. Un po' complicato ma non impossibile.