Licenziamento del dirigente: Cassazione ribadisce applicabilità dell'art.7 L.300/1970

Il licenziamento del dirigente, motivato da una condotta colposa o comunque manchevole, deve essere considerato di natura disciplinare, indipendentemente dalla sua inclusione o meno tra le misure disciplinari previste dallo specifico regime dei rapporto, sicché deve essere assoggettato alle garanzie dettate a tutela del lavoratore circa la contestazione degli addebiti e il diritto di difesa (sostanzialmente, va applicato l’art. 7, L. 300/70).

Qui il link per la sentenza