Malattia: cosa può fare il lavoratore assente

Affermata ancora una volta la regola secondo la quale l’assenza dal lavoro per malattia non impedisce al dipendente ogni altra attività, ludica o lavorativa, salvo che lo svolgimento di essa dimostri concretamente la fraudolenta simulazione della malattia oppure ne pregiudichi la pronta guarigione.
Nel caso esaminato dalla Corte (Corte di Cassazione, 5 agosto 2014 n. 17625), il lavoratore era stato licenziato sulla base della contestazione disciplinare di avere svolto, durante l’assenza per malattia, un’attività sportiva agonistica. La Corte ha escluso di poter esaminare l’ipotesi che la malattia fosse simulata, in quanto ciò non era stato specificatamente contestato dal datore di lavoro nel corso del procedimento disciplinare; ha invece ritenuto rilevante, sul piano del comportamento di buona fede del dipendente, il fatto che questi avesse violato la prescrizione di riposo assoluto disposta dal medico, così ponendo in pericolo la pronta guarigione.
Fonte: www.wikilabour.it