Non costituisce reato la mancata reintegrazione del lavoratore

Con sentenza n. 6777/2015, la Corte di Cassazione ha affermato che non costituisce reato la mancata ottemperanza del datore di lavoro all’ordine del giudice di reintegrare un dipendente nel posto di lavoro. I giudici della Suprema Corte evidenziano per tale inadempimento solo conseguenze civili di natura patrimoniale per le quali il lavoratore potrà richiedere un eventuale risarcimento.