NOTIFICA: AI FINI SOSTANZIALE VALE LA RICEZIONE

La regola della differente decorrenza degli effetti della notificazione per il notificante e per il destinatario, sancita dalla giurisprudenza costituzionale, si applica solo agli atti processuali, non a quelli sostanziali (né agli effetti sostanziali degli atti processuali). Questi ultimi, pertanto, producono i loro effetti sempre e comunque dal momento in cui pervengono all'indirizzo del destinatario, a nulla rilevando il momento in cui siano stati dal mittente consegnati all'ufficiale giudiziario od all'ufficio postale (Sez. 3, Sentenza n. 9303 del 08/06/2012; conff.: Cass., n. 9841/2010; Cass. n. 15671/2011). Si veda la sentenza integrale