Nullità del licenziamento rilevabile d'ufficio per violazione della procedura disciplinare

La Suprema Corte, innovando rispetto a precedenti orientamenti giurisprudenziali dominanti, ha stabilito che la violazione dell’iter procedimentale non determina annullabilità bensì nullità del licenziamento disciplinare con l’ovvia conseguenza che la relativa eccezione è rilevabile d’ufficio da parte del Giudice (ulteriore corollario dovrebbe anche essere quello dell’imprescrittibilità del diritto di impugnazione).
L'intera sentenza è scaricabile da qui.