Part-time nullo ed effetti sulla contribuzione

Con la sentenza n. 14963 del 3 maggio-6 settembre 2012, la Sezione Lavoro della Suprema Corte ha statuito che al contratto di lavoro a tempo parziale, che abbia avuto esecuzione pur essendo nullo per difetto di forma, non può applicarsi la disciplina in tema di contribuzione previdenziale prevista dall'art. 5, quinto comma, d.l. n. 726 del 1984, convertito in legge n. 863 del 1984, ma deve invece applicarsi il regime ordinario di contribuzione prevedente anche i minimali giornalieri di retribuzione imponibile ai fini contributivi e così anche la disciplina di cui all'art. 1 d.l. n. 338 del 1989, convertito in legge n. 389 del 1989. Sul punto si veda un estratto più ampio della motivazione della sentenza e un breve commento dell'Avv. Stolfa.