Prime effetti positivi della Riforma Fornero

Nel caso di specie, il Tribunale di Milano, dichiarando illegittimo il licenziamento disciplinare irrogato per genericità della contestazione, ha condannato l’azienda al mero risarcimento del danno mediante la corresponsione di un’indennità compresa tra le 6 e le 12 mensilità.
Il vantaggio per l’azienda è, dunque, lampante: prima della L. 92/2012, infatti, essa avrebbe dovuto reintegrare il lavoratore, corrispondergli tutte le retribuzioni dovute dal giorno del licenziamento sino a quello di effettiva reintegra, nonché versare in suo favore tutti i contributi previdenziali ed assistenziali per il medesimo periodo.