Reintegrazione non facoltativa per licenziamento per G.M.O. manifestamente insussistente

Si segnala questa interessante sentenza della Sezione Lavoro del Tribunale di Foggia, G.d.L. dr. Gabriele Mancini, che esclude la facoltatività della reintegrazione nel caso di licenziamento per giustificato motivo oggettivo manifestamente insussistente. Si ricorda che l'art. 18 L. 300/70, così come modificato dalla L. 92/2012, testualmente prevede che il Giudice "puo' altresi' applicare la predetta disciplina (della reintegrazione, ndr) nell'ipotesi in cui accerti la manifesta insussistenza del fatto posto a base del licenziamento per giustificato motivo oggettivo".