Soci cooperative di produzione e lavoro: nuovo orientamento del Tribunale di Milano

In base ad una recente sentenza del Tribunale di Milano (n.15354 del 19/05/2015, in Giuffré IusExplorer), la controversia sul licenziamento collettivo dei soci lavoratori di una cooperativa appartiene alla competenza funzionale del Giudice del lavoro, quale riflesso di valori sostanziali superiori che attraversano il rapporto di lavoro alla luce dei principi desumibili dalla Costituzione. Se il lavoratore impugna sia l'esclusione dalla cooperativa sia il licenziamento, sarà possibile dichiarare illegittima la prima e riconoscere di conseguenza la reintegrazione nel posto di lavoro, quale effetto dell'illegittimità del recesso. In sede di applicazione dei criteri di scelta, l'impresa non può limitarsi a comparare i lavoratori addetti alla singola unità produttiva interessata alla riduzione del personale, dovendo valutare i lavoratori dell'intero complesso aziendale.
Questa sentenza si pone in netto contrasto con Cass. 12/2/2015 n. 2802, anch'essa pubblicata integralmente sul nostro sito.